Family, Benedetto XVI a Milano per tre giorni

«Benedetto XVII sarà a Milano per tre giorni  in occasione del VII Incontro mondiale delle famiglie: un fatto che è da considerarsi eccezionale e che tradisce non solo l’esigenza di presenziare a questo importante evento mondiale, ma anche il desiderio di far visita alla diocesi e alla città, a 27 anni dall’ultima venuta di un pontefice a Milano». Con queste parole il cardinale Angelo Scola ha reso pubblico il programma della presenza del Santo Padre nella nostra città, a partire da venerdì 1 giugno e fino a domenica 3.

Nella giornata di venerdì 1giugno, appena giunto a Milano, il Papa terrà un discorso alla cittadinanza in piazza Duomo, al termine del quale parteciperà a un concerto in suo onore, diretto da Daniel Barenboim alla Scala.

Sabato 2 giugno alle 10,00 presiederà la celebrazione delle lodi in Duomo alla presenza dei sacerdoti, dei religiosi e delle religiose della diocesi, mentre alle 11,00 prenderà parte a una tradizione tutta diocesana: l’incontro dei cresimandi allo stadio di San Siro con l’Arcivescovo, che di solito vede la presenza di 50 mila persone, tra ragazzi ed educatori.

Sabato pomeriggio l’incontro con le autorità civili: «Nel suo discorso il Papa ci indicherà qual è la “mission” di una città come Milano, alla luce dei temi dell’Incontro mondiale: la famiglia, il lavoro e la festa», ha precisato il cardinal Scola.

Nel fine settimana, invece, il Papa guiderà i due moneti clou del VII Incontro mondiale delle famiglie: la Festa delle testimonianze di sabato sera e la messa della domenica mattina, entrambe presso l’area di Milano Parco Nord-Aeroporto di Bresso.  Come ha spiegato il cardinale Ezio Antonelli, la veglia del sabato sera «le famiglie, che verranno accolte nel pomeriggio con momenti ludici e di spettacolo. Poi, alcune di loro renderanno una piccola testimonianza del proprio vissuto, a partire dai temi dell’Incontro, e rivolgeranno al Papa una domanda. Il dialogo del Papa con le famiglie si svolgerà dalle 20.30 alle 21.30».

La macchina organizzativa diocesana, sta lavorando a pieno ritmo, come ha illustrato monsignor Ermino De Scalzi: «C’è tempo fino al 31 marzo per dare la propria disponibilità ad accogliere una famiglia. In questi giorni stiamo raccogliendo le risposte dei parroci: in una sola settimana abbiamo ricevuto l’adesione di 1280 famiglie e la disponibilità di alcune strutture che potranno ospitare fino a 4500 persone».

Ma certo è un numero destinato ad aumentare: sono infatti già 665 su 1000, i due terzi, le parrocchie che hanno selezionato e comunicato il nome di un “Rol”, cioè di un responsabile organizzativo locale, «l’anima propulsiva dell’accoglienza a livello territoriale».

Dall’organizzazione fanno anche sapere che molte famiglie hanno chiesto un’ospitalità “leggera”, limitata alla sola notte tra sabato e domenica.

In questi giorni si stanno reclutando anche i primi volontari: hanno dato la loro disponibilità 2660 persone, ne servono altre 2400 per arrivare al numero stimato come necessario di 5000.

Intervento di Marco Deamici martedì 28 febbraio 2012 16:31:00

Commenti

I commenti su questo intervento sono chiusi.
-febbraio 2012+
lmmgvsd
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728291234
567891011
  • RSS
  • Subscribe

Statistiche

  • Interventi (14)
  • Commenti (1)

Categorie