Agorà 29 novembre 2015

AVVENTO 2015

ANNUNCIARE LE RICCHEZZE DI CRISTO

Fin dal primo versetto il vangelo di Marco, il cui esordio viene proposto in questa seconda domenica ambrosiana di Avvento, mette a tema l'identità divina di Colui che deve venire, o meglio, di Colui che sta venendo." Inizio del vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio" (Mc 1,1). L'espressione "vangelo di Gesù Cristo" dice anche che Gesù stesso è il vangelo, il dono definitivo della salvezza. Egli è venuto" per il perdono dei peccati" (Mc 1,4b).

Questo è lo scopo primo e più importante della Buona Novella, la quintessenza della salvezza portata da Gesù. Nel volto di Gesù, infatti, vediamo la misericordia del Padre: "Nella luce di questo Giudice di misericordia, le nostre ginocchia si piegano in adorazione e le nostre mani e i nostri piedi rinvigoriscono... è la contemplazione del volto di Gesù morto e risorto che ricompone la nostra umanità (papa Francesco, incontro con i rappresentanti del V Convegno nazionale della Chiesa italiana, Cattedrale di Santa Maria del Fiore, 10 novembre 2015).

Il dono della pace e della misericordia chiede di essere annunciato. "A me, che sono l'ultimo tra tutti i santi- scrive l'Apostolo- è stata concessa questa grazia: annunciare alle genti le impenetrabili ricchezze di Cristo" (Ef 3,8). L'acuta e dolorosa  consapevolezza della propria indegnità non ferma in San Paolo l'urgenza dell'annuncio; anzi ne esalta il carattere radicale di dono.

L'impenetrabile Mistero di riconciliazione brilla nella Chiesa. Al di là dei limiti e dei peccati di tutti noi donne e uomini di Chiesa, essa rappresenta uno spazio di pace e di speranza che Dio stesso ha realizzato in Cristo, "nel quale abbiamo la libertà di accedere a Dio". ( Ef 3, 12a).

E questo ci indica un preciso itinerario per l'Avvento: occorre riconoscere il proprio peccato, la radicale necessità che ciascuno di noi ha di essere redento, per poter accogliere con cuore povero e spalancato il perdono del Redentore che viene a farci
partecipare della Sua stessa vita.

Questo dono ricevuto (il più prezioso talento che ci è stato affidato) chiede di essere restituito ai nostri fratelli. Strada privilegiata per farlo sono le "opere di misericordia".

ANGELO SCOLA
ARCIVESCOVO di MILANO

 

E' possibile scaricare una copia dell'Agorà della settimana cliccando qui.

 

Tutte le domeniche di Avvento il nostro Cardinale Arcivescovo alle ore 17.30 celebra, dal Duomo di Milano, una S. Messa e dona a tutti i fedeli della Diocesi una sua omelia-catechesi. La celebrazione viene trasmessa da TV Telenova News - canale digitale 195.

 

In questo tempo di Avvento continuiamo in settimana la recita delle Lodi nella Messa delle 8.30 ed il Vespero nella Messa delle 18.30.
In Avvento la chiesa di S. Adele apre tutti i giorni (dal lunedì al venerdì) alle ore 7 e viene chiusa alle ore 20.00 per consentire a tutti coloro che lo desiderano un momento di preghiera personale.

 

Avvento di Carità 2015 - Come Unità Pastorale abbiamo deciso di aiutare ancora, con una concreta raccolta di offerte, l'ASSOCIAZIONE CHIESA CHE SOFFRE. In particolare le offerte che verranno raccolte andranno a migliorare la situazione umana e scolastica dei ragazzi /e cristiani profughi in Libano ed Iraq, fuggiti dalla violenza dell'Isis.
Nelle prossime settimane consegneremo anche materiale più dettagliato sull'iniziativa.

 

E' possibile rinnovare, in Ufficio parrocchiale, le SS. Messe Annuali, in ricordo dei defunti, per il 2016.
La Messa Annuale consiste, concretamente, nella celebrazione di una S.Messa feriale mensile, ripetuta in una stessa data per dodici mesi.
Ricordiamo che l'offerta minima stabilita dalla nostra Diocesi per la Messa di suffragio è di € 15,00.-. Per le Messe annuali l'offerta consigliata è pari a € 150.00.-.
QUESTE CIFRE NON DEVONO ESSERE PRESE COME UNA TASSA DA PAGARE affinché la comunità preghi per i propri cari defunti, ma rappresentano il contributo personale alla vita comunitaria in memoria di una persona cara che dal cielo sta pregando per i propri familiari ma anche per tutta la comunità.
Desideriamo precisare che, nella nostra parrocchia, tutte le offerte date per le intenzioni delle S. Messe dei defunti restano alla comunità in quanto i sacerdoti celebrano GRATUITAMENTE la grazia del Signore.

 

Continua anche la preghiera scala per scala nella parte della parrocchia non raggiunta con la benedizione casa per casa. Questa preghiera è guidata dai laici, ministri dell'Eucarestia, mandati da don Roberto. La preghiera viene vissuta negli atrii o nelle portinerie secondo i giorni e gli orari indicati dagli avvisi posti sui citofoni o accanto alle caselle della posta.

 

 

 

sabato 28 novembre 2015 10:26:00 Categorie: Agorà