Agorà 18 Gennaio 2015

STIAMO VIVENDO LA SETTIMANA DI PREGHIERA PER L'UNITA' DEI CRISTIANI

Incontrarci, guardare il volto l'uno dell'altro, scambiare l'abbraccio di pace, pregare l'uno per l'altro sono dimensioni essenziali di quel cammino verso il ristabilimento della piena comunione alla quale tendiamo. Tutto ciò precede ed accompagna costantemente quell'altra dimensione essenziale di tale cammino che è il dialogo teologico. Un autentico dialogo è sempre un incontro tra persone con un nome, un volto, una storia, e non soltanto un confronto di idee.

Questo vale soprattutto per noi cristiani, perché per noi la verità è la persona di Gesù Cristo. L'esempio di sant'Andrea, il quale insieme con un altro discepolo accolse l'invito del Divino Maestro: "Venite e vedrete", e "quel giorno rimasero con lui" (Gv. 1,39), ci mostra con chiarezza che la vita cristiana è un'esperienza personale, un incontro trasformante con Colui che ci ama e ci vuole salvare. Anche l'annuncio cristiano si diffonde grazie a persone che, innamorate di Cristo, non possono non trasmettere la gioia di essere amate e salvate. Ancora una volta l'esempio dell'apostolo Andrea è illuminante.

Egli, dopo aver seguito Gesù là dove abitava ed essersi intrattenuto con Lui, "incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: "Abbiamo trovato il Messia" - che si traduce Cristo - e lo condusse da Gesù" (Gv. 1,40-42). E' chiaro, pertanto, che neanche il dialogo tra cristiani può sottrarsi a questa logica dell'incontro personale.

Papa Francesco
Viaggio in Turchia
30 novembre 2014

 

 

E' possibile scaricare una copia dell'Agorà della settimana cliccando qui.

 

venerdì 16 gennaio 2015 21:05:00 Categorie: Agorà