Agorà 14 Settembre 2014

FESTA DELLA MADONNA DELLA CINTURA

Ore 18,00 S. Messa solenne nella Chiesa dei SS. Pietro e Paolo
A seguire Processione con la statua della Madonna della Cintura per le vie di Corsico.

La Madonna della Cintura

Questo titolo che fissa sia la impostazione che la tradizione iconografica, dice riferimento alla materna tenerezza di Maria nei confronti di S. Agostino e di Santa Monica e, attraverso loro, di tutto l'Ordine Agostiniano, oltre che all'abito proprio degli Agostiniani, raccolto ai fianchi da una cintura di cuoio.

Devozioni della Beata Vergine della Cintura

Riguardo la devozione alla Madonna SS. della Cintura vi sono due diverse tradizioni. La prima racconta che l'apostolo Tommaso, giunto troppo tardi a Gerusalemme per assistere alla morte della Madonna, fece aprire il sepolcro per contemplare le spoglie della Madre di Dio; di Maria però trovò solo la cintura che divenne oggetto di speciale venerazione nella cristianità.

La seconda tradizione, invece, riconduce l'origine del culto a Santa Monica, madre di S. Agostino desiderosa di imitare Maria anche nel modo di vestire.

Questa tradizione, la riprendiamo nel Manuale di Filotea di G. Riva. La madre di S. Agostino, S. Monica, fatta vedova del suo consorte Patrizio e risoluta di imitare Maria SS. ma anche nell'abito, la pregò di farle conoscere come avesse vestito nei giorni della sua vedovanza, specialmente dopo l'Ascensione di Cristo al cielo. La B. Vergine non tardò a compiacerla. Le apparve poco dopo coperta di un'ampia veste che dal collo le andava ai piedi, ma di stoffa così dozzinale, di taglio così semplice, di colore oscuro che non si saprebbe immaginare abito più dimesso e penitenziale. Ai lombi era stretta da una rozza cintura di pelle che scendeva fin quasi
a terra, al lato sinistro della fibbia che la rinfrancava. Indi slacciandosi di propria mano la cintura, la porse a S. Monica,  raccomandandole di portarla costantemente, e di suggerire tale pratica a tutti i fedeli bramosi del suo patrocinio. Il primo ad  approfittarne fu il figlio S.Agostino e da lui venne in seguito a diffondersi in ogni ceto di fedeli, specialmente per opera del benemerito Ordine Agostiniano, la cui regola, con poche modificazioni, divenne comune a tutti gli ordini religiosi della vita attiva che furono più tardi istituiti. Ora siccome i Papi accordarono ai cinturati la partecipazione ai beni spirituali che sono propri dell'Ordine Agostiniano nonché degli altri Ordini che dalla regola di S. Agostino presero la norma del vivere religioso, è facile comprendere che non v'è sacro consorzio in cui possano godersi vantaggi maggiori di quelli che si godono dai devoti della Madonna della Cintura, ond'è che a Pietro re d'Aragona, supplicante Clemente X di qualche speciale indulgenza, non altro rispose che queste memorabili parole : "Prendete la Cintura di S. Agostino ed avrete tutto quello che bramate".

 

E' possibile scaricare una copia dell'Agorà della settimana cliccando qui.
sabato 13 settembre 2014 09:52:00 Categorie: Agorà